aliunde disk packaging

Il progetto ALIUNDE si fonda su un repertorio di canzoni originali composte dal musicista Claudio Altimari e dal poeta Alessandro Quattrone, entrambi calabresi.
Le musiche dell’album “Bonu e malu tempu”, pur traendo ispirazione (a volte più a volte meno) dal retroterra culturale calabrese, si spingono molto oltre i limiti della tradizione, entrando in territori inusuali, caratterizzati dalla presenza di melodie e arrangiamenti che guardano tanto alla world music quanto alla canzone d’autore, con una particolare attenzione alla ricerca delle sonorità.
I testi trovano nel dialetto una risorsa di primaria importanza per trattare contenuti universali (che spaziano dagli argomenti più elevati a quelli più comuni), con un taglio espressivo che li lega al vissuto calabrese, guardando spesso al linguaggio lirico di ascendenza letteraria.
Il progetto aspira a offrire un’immagine rinnovata del linguaggio poetico-musicale calabrese, uscendo dagli schemi precostituiti e dai cliché: un’immagine capace di rappresentare e trasmettere valori provenienti – nello stesso tempo – dalla cultura internazionale e da quella locale, da quella “alta”e da quella “popolare”.
Insomma le canzoni, grazie alla commistione di elementi diversi, costituiscono una proposta di novità culturale, mediante una produzione creativa che non si accontenta di rifarsi a  moduli espressivi già esistenti, ma guarda “oltre”, come un albero che cresce verso l’alto pur mantenendo le sue radici nella terra.
Gli ALIUNDE, come gruppo, sono costituiti da un duo formato da Claudio Altimari (tastiere, pianoforte, programmazione, cori) e Valentina Balistreri (voce solista e cori), e si avvalgono del contributo di altre figure a seconda delle necessità artistiche.

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!